Archives

, , Posted by on

La pasta alla chitarra: benvenuti in Abruzzo

chitarra_abruzzo_meditour

Un nuovo appuntamento con la rubrica “tradizioni di gusto” per presentare la pasta alla chitarra: il piatto per eccellenza della cucina tipica abruzzese. Si tratta di una varietà di pasta all’uovo preparata a mano con un apposito “strumento”. La chitarra! Curiosi di scoprire di cosa si tratta? In Abruzzo la chitarra con le pallottine è il piatto della tradizione, conosciuto e preparato in tutte le case. Mangiare la pasta alla chitarra è come dire: Benvenuto in Abruzzo.

È il simbolo della domenica in famiglia. È il senso di complicità con il territorio che unito alla semplicità delle materie prime dà vita ad una vera specialità culinaria.

Rispetto agli spaghetti, la chitarra è un tipo di pasta fatta a mano, più spessa e squadrata. Per prepararla c’è bisogno di un apposito telaio rettangolare in legno, in dialetto si chiama il carraturo ed è comunemente conosciuto come la chitarra, da cui appunto deriva il nome della pasta.

chitarra con le pallottine-abruzzo-meditour

Tra una corda e l’altra della chitarra si forma lo spaghetto alla chitarra abruzzese.

La chitarra si compone di un telaio di legno nel quale sono inseriti dei fili d’acciaio tesi che la fanno sembrare una chitarra, alla somiglianza della forma si aggiunge il rumore delle corde.
Premendo la pasta contro il telaio si ottengono grossi spaghetti, porosi in cui il sugo si amalgama meglio.

La chitarra con le pallottine è la protagonista delle tavole nei giorni di festa e racchiude in sé l’essenza dell’Abruzzo: cose semplici e genuine. La pasta fatta a mano viene stesa con il matterello, il sugo preparato con la salsa e le pallottine dal gusto deciso. Per realizzarla ci vogliono: pazienza, esperienza e amore per la cucina abruzzese.

Preparare la pasta alla chitarra

INGREDIENTI (per 4 persone):

400 gr farina 00

4 uova intere

un pizzico di sale

Per la salsa:

300 gr pomodori pelati

250 gr macinato di vitello

1 uovo

parmigiano

sedano, carote, cipolla

olio EVO

Procedimento per la chitarrina abruzzese: 

Per preparare la chitarra:

Su una spianatoia sistemare la farina a fontana, aggiungere le uova e un pizzico di sale. Lavorare l’impasto e renderlo omogeneo. Far riposare l’impasto per circa 30 minuti.

Preparare le sfoglie dell’altezza di 3 mm, usare il carratturo per ottenere lo spaghetto alla chitarra.

Per la salsa:

Amalgamare il macinato di vitello con uova e parmigiano e formare le polpettine, friggere in olio d’oliva. A parte fare una salsa pomodoro con pelati e odori, a 15 minuti dalla fine della cottura, aggiungere le polpettine.

Far cuocere la pasta, scolarla e amalgamarla con la salsa.

Et voilà, il piatto è servito. Accompagnare con vino Montepulciano d’Abruzzo.

chitarra con pallottine_abruzzo_meditour

Chitarra con le pallottine

chitarra-abruzzo-meditour

Il pranzo è servito!

Dalla chitarra abruzzese con le pallottine sono nate altre varianti, come la rinomata chitarrina alla scoglio.

 

Questa ricetta è stata curata e realizzato da: Chef Alberto Di Carlo. 

, , Posted by on

Vacanze in Abruzzo: neve, borghi e tradizioni

vacanze-abruzzo-meditour

 

Dopo un’estate di sole, mare ed esperienze si avvicina la stagione invernale ideale per le vacanze in Abruzzo tra neve, borghi e tradizioni. Le prime cime si sono imbiancate ed è arrivato il momento di pensare al soggiorno in montagna.

L’Appennino offre molte proposte per una settimana bianca con gli amici, in coppia o in famiglia. La scelta della località non può essere lasciata al caso perchè per in base alle aspettative e alla tipologia di esperienze da fare, si può trovare la soluzione migliore.

In questo articolo presentiamo le peculiarità delle località turistiche dove sciare in Abruzzo per trascorrere una vacanza nelle zone più spettacolari della regione tra neve, borghi e tradizioni.

Roccaraso, la regina dell’Appennino:

Con un comprensorio sciistico di 150km di piste collegate tra loro, è la soluzione ideale per tutte le categorie di sciatori, dal principiante al professionista. Complici i lavori di ampliamento per l’innevamento programmato vengono garantiti 80 km di piste sempre perfettamente innevate tanto da classificarsi come comprensorio sciistico più grande d’Italia.

Le località di: Roccaraso, Rivisondoli e Pescocostanzo sono le più richieste da tutte le tipologie di clienti, sia per gli sciatori sia per le persone che vogliono imparare a sciare grazie alla presenza di numerose scuole. È una soluzione apprezzata anche dalle famiglie che vogliono trascorrere un week-end sulla neve in Abruzzo.

Vacanze sulla neve tra Ovindoli – Rocca di Mezzo – Campo Felice: 

L’area del Parco Sirente Velino con le località di: Ovindoli, Rocca Di Mezzo e Campo Felice è raggiungibile da Roma tanto che negli anni ha conquistato i laziali che ora le scelgono per le vacanze. Sono due comprensori distaccati che da anni hanno creato il consorzio delle 3 Nevi insieme agli impianti di Campo Imperatore.

ovindoli-vacanze-abruzzo-meditour

Vacanza neve ad Ovindoli Foto Credits: voloscontato

Con un unico ski pass è possibile scegliere uno dei 3 impianti sciistici. È un’ottima alternativa a Roccaraso, sia per i costi sia per la disponibilità di camere.

Vacanze invernali nel Parco Nazionale d’Abruzzo:

Il comprensorio sciistico viene proposto alla clientela che vuole trascorre un week end sulla neve e avere anche la possibilità di sciare. La zona si presta per fare ciaspolate, passeggiate per visitare i borghi, come il centro storico di Pescasseroli, meta preferita dalle famiglie che possono trovare il giusto mix tra relax, attività sportive per bambini e adulti.

Passo Lanciano

Le località di Passo Lanciano e Majelletta si sviluppano in uno dei pochi posti adatti alla pratica dello sci nel massiccio della Majella (2798 metri). Le piste sono conosciute per gli scenari che spaziano dai monti fino al mare Adriatico e per la larghezza delle piste.

passo-lanciano-vacanzaneve-abruzzo

Passo Lanciano Photo credits: locande del vecchio borgo

L’area sciistica Majelletta con 6 ski-lift ed un tapis roulant arriva fino a quota 2000 metri. Gli impianti partono dal Passo Tettone (1650 metri), dove si trovano anche due anelli per lo sci di fondo per 5 km. A partire dai 1350 metri si trova la stazione di Passo Lanciano con una seggiovia triposto, 2 skilift e piste fino a 6 km. È un posto dove dedicarsi esclusivamente ad una vacanza sulla neve.

Campo Imperatore: il piccolo Tibet

È la stazione sciistica più alta d’Abruzzo, si trova nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga a 2.200 metri e si possono provare attività come lo snowboard, lo sci-alpinismo o lo sci di fondo per percorrere itinerari mozzafiato. Considerata la sua altitudine, l’innevamento naturale è garantito per tutta la stagione invernale con circa 20 km di piste battute per lo sci alpino e circa 60 km adibiti allo sci da fondo lungo tutto l’altopiano di Campo Imperatore.

Campoimperatore-vacanza-abruzzo-neve-meditour

Prati di Tivo

In provincia di Teramo, Prati di Tivo ai piedi del versante settentrionale del Corno Piccolo – la vetta rocciosa piu’ elegante del Gran Sasso. A quota 1.450 mt. ci sono circa 20 km di piste ambite dagli sciaplinisti a cui si affianca una pista da fondo. Tra le attività da fare sulla neve oltre allo sci alpino, i turisti possono scegliere tra lo snowboard, il fondo ai prati bassi con una pista di 4 km, i percorsi con le ciaspole nel bosco di faggi secolari, l’arrampicata su ghiaccio, le gite in motoslitta. In alternativa per adulti e bambini è aperto il parco avventura per divertirsi nel bianco candore.

 

Una vacanza in Abruzzo ti consente di trascorrere dei giorni tra neve, borghi e tradizioni per staccare la spina e conoscere un paesaggio incantevole che ti sorprenderà in ogni scorcio.

 

 

Posted by on

Festività in Abruzzo: eventi e tradizioni da non perdere

festività-abruzzo-meditour

Il Natale quando arriva, arriva…e in Abruzzo arriva prima in cucina.

Se nei paesi nordici le feste arrivano con il profumo di zenzero e cannella, nella regione verde d’Europa sono gli odori della cucina ad uscire dalle finestre e percorrere le strette vie dei paesi.

Parrozzo, caccionetti, brodo con cardone e pallottine, baccalà, e molto altro sono i cibi  della tradizione  da non perdere se state trascorrendo le festività natalizie in Abruzzo. Poi come per magia profumi, calorie e calore si trasformano nel vero spirito natalizio ed un sentimento di gioia si diffonde nell’aria.

Questo è il periodo dei mercatini di Natale, delle passeggiate tra le vie decorate dei borghi alla ricerca dei regali nelle piccole botteghe d’artigianato, delle ciaspolate in montagna e dei tetti imbiancati. È il momento delle cose semplici: del ritorno al passato, delle tradizioni, dei sorrisi e dei gesti. Di tutte le cose essenziali che profumano di bontà.

I paesini di montagna sono silenziosi e sereni, quelli sul mare sono frenetici e colorati, entrambi accolgono numerosi turisti. (Chissà che questo sia l’anno in cui conosceremo anche te!) Da cima a fondo si preparano tutti a rendere meraviglioso il viaggio in Abruzzo che sarà tutt’altro che noioso.

Nonostante siano, per la maggior parte, luoghi di piccole dimensioni, al contrario di quanto si possa pensare, sarà difficile annoiarsi. Di sicuro sarà l’occasione giusta per staccare la spina, e dedicarsi a sé stessi, alla famiglia e alle esperienze a contatto con la natura. Ogni giornata sarà unica per la varietà di cose da fare e da vedere (provare per credere).

festività-abruzzo-meditour

Natale, Capodanno e la Befana: cosa non perdere

Le mille sfaccettature di questa regione riescono ad accontentare e soddisfare quasi tutti i tipi di viaggiatori, sia quelli che vogliono una vacanza in famiglia, sia chi vuole dedicarsi agli sport all’aperto, sia chi cerca tranquillità.

Ci sono alcuni eventi da non perdere, che rientrano tra quelli storici e diventati ormai una tradizione come questi che ti elenchiamo di seguito:

  • Rappresentazioni del Presepe vivente, il più celebre è quella del Presepe di Rivisondoli
  • La Squilla di Lanciano
  • Il Presepe in Grotta
  • Mercatini di Natale
presepe-Rivisondoli-abruzzo-meditour

Scene dal presepe vivente di Rivisondoli.
Foto di: Rete8

Oltre agli eventi, ci sono davvero molte cose da fare, come ad esempio:

  • Assaggiare i prodotti tipici di questo periodo: il Parrozzo, i caccionetti, i tarallucci, il brodo, il baccalà (a seconda della zona ci sono dei piatti della tradizione)
  • Passeggiare per le vie di un borgo innevato
  • Fare un giro sul treno storico della Transiberiana d’Italia
  • Approfittare della neve per fare delle ciaspolate, o sciare in uno dei numerosi impianti sciistici
parrozzo_meditour

Dolce tipico abruzzese: il Parrozzo.
Foto di: Terre dei Trabocchi

Le festività sono come un rito silenzioso che si ripete negli anni. C’è la cena della Vigilia che si organizza in famiglia preparando almeno 9 portate, poi ci sono le occasioni per trascorrere delle serate davanti al caminetto come viene proposto in molte delle strutture ricettive di montagna e gli eventi che vedono protagonisti i turisti.

Non mancano l’accoglienza, il calore e il buon cibo che rendono questo periodo magico l’occasione giusta per conoscere la regione e trascorrere una vacanza speciale in Abruzzo.

Per conoscere le date degli eventi o avere qualche suggerimento per trascorrere le festività in Abruzzo come te le abbiamo descritte, puoi scriverci una letterina ;-).

Posted by on

Viaggio in Abruzzo per le festività natalizie

viaggio_abruzzo_festività_meditour

Festività natalizie nel Parco Nazionale d’Abruzzo: Natale, Capodanno e la Befana

Un viaggio in Abruzzo per le festività natalizie nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo, il più antico d’Italia per trascorrere il Natale, o il Capodanno, o la Befana. Nei suoi splendidi scenari invernali dove la neve si alterna a boschi e fitta vegetazione, le festività hanno tutto un altro sapore. Natale, Capodanno, l’Epifania diventano così occasioni uniche per sfrecciare sulle piste da discesa di Pescasseroli o praticare lo sci da fondo sugli anelli della Macchiarvana, un piccolo paradiso naturale che consente, con un briciolo di fortuna, di avvistare gli animali protetti del Parco Nazionale d’Abruzzo.

Programma:

1° giorno: Arrivo nel tardo pomeriggio al Club Hotel Du Park di Opi. Sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

Dal 2° al penultimo

giorno: Trattamento di pensione completa in albergo. Giornate libere dedicate allo sci da fondo sugli anelli della Macchiarvana o allo sci da discesa a Pescasseroli. In hotel animazione diurna e serale: mini club, giochi, ginnastica aerobica, accesso alla discoteca, palestra e sala giochi. Un  pomeriggio, dopo il rientro dai campi da sci, verrà dedicato alla visita guidata di Civitella Alfedena dove in questo periodo viene allestito, in tutto il centro storico, un caratteristico presepe con oltre 100 personaggi a misura naturale realizzati in carta pesta. Al termine della visita sarà effettuata una degustazione di prodotti tipici abruzzesi.

Ultimo giorno: Prima colazione e pranzo in albergo. Mattina dedicata allo sci. Pomeriggio partenza per il rientro.

 

QUOTE DI PARTECIPAZIONE PER PERSONA
Natale dal 23.12 al 26.12 (3 notti) 240,00
Speciale dal 26.12 al 30.12 (4 notti) 215,00
Capodanno dal 30.12 al 02.01 (3 notti) 295,00
Speciale dal 02.01 al 05.01 (min. 2 notti) 115,00
Speciale dal 02.01 al 05.01 (3 notti) 165,00
Epifania dal 03.01 al 06.01 (2 notti) 150,00

 

La Quota comprende:

  • Sistemazione al Club Hotel Du Park 3 stelle di Opi in camere doppie con servizi privati;
  • Trattamento di Pensione completa
  • Bevande ai pasti
  • Visita guidata di Civitella Alfedena con degustazione di prodotti tipici abruzzesi.

 

La Quota non comprende:

  • I trasferimenti;
  • Ingressi;
  • Extra in genere;
  • Tutto quanto non espressamente indicato nella voce “la quota comprende”.

 

Supplementi:

  • Camera doppia uso Singola € 15,00 a notte;
  • Tessera club dai 8 anni € 4,00 al giorno;
  • Cenone di Natale € 30,00 adulti ed € 15,00 bambini fino a 12 anni;
  • Cenone di capodanno € 60,00 adulti ed € 30,00 bambini fino a 12 anni.

Riduzioni:

  • 3° e 4° letto: bambini da 3 a 12 anni 50%; adulti 20%. Bambini fino a 2 anni gratis con culla propria o nel letto con i genitori.
Posted by on

Epifania a Sulmona

befana_sulmona_meditour

L’epifania tutte le feste porta via! Approfitta di questa festa per conoscere la città che ha dato i natali al cantore dell’amore per eccellenza, Ovidio, ma anche ai confetti così come oggi li conosciamo. Durante il tour in libertà per l’Epifania a Sulmona potrete sciare nel miglior comprensorio dell’Appennino, e passeggiare per le vie di Sulmona, con le botteghe artigiane dei confettai e gli antichi palazzi del centro storico.

Programma del tour in libertà: Epifania a Sulmona

05 gennaio: Arrivo nel tardo pomeriggio all’hotel Sagittario. Drink di benvenuto. Sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

06 gennaio: _ Prima colazione in albergo. Giornata libera da dedicare ad attività sciistica sugli impianti di Roccaraso – Rivisondoli il comprensorio più grande e più attrezzato di tutto l’Appennino con oltre 100 km. di pista e più di 40 impianti di risalita. Distanza km. 39, tempo di percorrenza 35 minuti,

Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

07 gennaio: Prima colazione in albergo. Mattina dedicata alla visita guidata a piedi della città di Sulmona Città di origini antichissime che, ricca di testimonianze artistiche, diede i natali al poeta Ovidio e fu il luogo dove vennero creati i confetti, in età preromana. Pomeriggio partenza per il rientro.

QUOTE DI PARTECIPAZIONE PER PERSONA 120,00

La Quota comprende:

  • Sistemazione all’hotel Sagittario di Bugnara – Sulmona in camere doppie con servizi privati;
  • Cena in hotel del 05 e del 06 gennaio;
  • Guida locale per la visita guidata della città di Sulmona.

 

La Quota non comprende:

  • I trasferimenti;
  • Ingressi;
  • Bevande ed extra in genere;
  • Tutto quanto non espressamente indicato nella voce la quota comprende.

 

Riduzione:

  • Terzo e 4° letto bambini fino a 8 anni 20%
  • Terzo e 4° letto adulti 10%.

 

Supplementi per persona:

  • Camera singola 30%
  • Giorno supplementare in doppia con trattamento di pernottamento e prima colazione € 42,00 per persona.
Posted by on

Capodanno a Sulmona tra sci, arte e confetti

capodanno_abruzzo_meditour

Trascorri il Capodanno a Sulmona tra sci, arte e confetti nella città che ha dato i natali al cantore dell’amore per eccellenza, Ovidio. Con il tour in libertà per il Capodanno a Sulmona oltre a farvi gustare la pratica dello sci nel miglior comprensorio dell’Appennino, riuscirete a scoprire l’atmosfera poetica delle vie della città con le botteghe artigiane dei confettai e gli antichi palazzi del centro storico.

Programma completo del tour in libertà: Capodanno a Sulmona

30 dicembre: Arrivo nel tardo pomeriggio all’hotel Sagittario. Drink di benvenuto. Sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

31 dicembre: _ Prima colazione in albergo. Giornata libera che potrà essere impegnata:

  • con attività dedicata allo sci a Roccaraso – Rivisondoli il comprensorio più grande e più attrezzato di tutto l’Appennino con oltre 100 km. di pista e più di 40 impianti di risalita. Distanza km. 39, tempo di percorrenza 35 minuti,
  • con una visita guidata a piedi della città di Sulmona Città di origini antichissime che, ricca di testimonianze artistiche, diede i natali al poeta Ovidio e fu il luogo dove vennero creati i confetti, in età preromana.

Rientro in hotel per prepararsi al cenone e veglione di Capodanno. Pernottamento.

01 gennaio: Prima colazione in albergo. Mattina libera. Pomeriggio partenza per il rientro.

QUOTE DI PARTECIPAZIONE PER PERSONA 198,00

 

La Quota comprende:

  • Sistemazione all’hotel Sagittario di Bugnara – Sulmona in camere doppie con servizi privati;
  • Cena in hotel il 30 dicembre;
  • Cenone e veglione di Capodanno in hotel;
  • Guida locale per la visita guidata della città di Sulmona.

 

La Quota non comprende:

  • I trasferimenti;
  • Ingressi;
  • Bevande ed extra in genere;
  • Tutto quanto non espressamente indicato nella voce la quota comprende.

 

Riduzione:

  • Terzo e 4° letto bambini fino a 8 anni 20%
  • Terzo e 4° letto adulti 10%.

 

Supplementi per persona:

  • Camera singola 30%
  • Giorno supplementare in doppia con trattamento di pernottamento e prima colazione € 42,00 per persona.
Posted by on

Capodanno a L’Aquila nei paradisi bianchi

capodanno_laquila_paradisibianchi

Una vacanza speciale per un Capodanno a L’Aquila nei paradisi bianchi, da ricordare. A quota 2100 metri, immersi in un ambiente che lascia senza fiato, si stendono splendide piste dove sciare si trasforma in un rito da ripetere più e più volte senza mai averne abbastanza.

A chi ama la scoperta si prospetta la visita a L’Aquila, aristocratica città, che oggi si presenta ai visitatori con i suoi monumenti e palazzi quasi completamente restaurati. Un viaggio sorprendente condito dai sapori sinceri della cucina del territorio.

Programma completo: Capodanno a L’Aquila 

30 dicembre: Arrivo nel tardo pomeriggio in hotel a L’Aquila. Sistemazione nelle camere riservate. Cena in ristorante. Pernottamento.

31 dicembre: Prima colazione in hotel. Giornata libera dedicata allo sci sul Gran Sasso d’Italia con trasferimento libero ad Assergi che si raggiunge da L’aquila in soli 15 minuti di viaggio in auto. Da qui con la moderna funivia del Gran Sasso si arriva sull’altopiano di Campo Imperatore a 2.100 metri s.l.m., dove si apre un interessante carosello di piste da discesa. Nel pomeriggio rientro in hotel in tempo utile per prepararsi al Cenone e Veglione di fine anno che si svolge in un locale tipico alle porte della città. Pernottamento.

01 gennaio: Prima colazione in hotel. Mattina visita guidata a piedi della città de L’Aquila. Pranzo di Capodanno in ristorante. Pomeriggio partenza per il rientro.

 

QUOTA PER PERSONA € 225,00

 

La quota comprende:

  • Sistemazione in hotel 3 stelle in camere doppie con servizi privati con trattamento di pernottamento e prima colazione;
  • Cena in ristorante la sera del 30 dicembre;
  • Cenone e veglione di fine anno presso un locale tipico, con menù della tradizione culinaria aquilana;
  • Pranzo di Capodanno in ristorante con menù tipico della cucina aquilana;
  • Visita guidata della città de L’Aquila.

 

La Quota non comprende:

  • Ingressi;
  • I trasferimenti;
  • Ski-pass;
  • Bevande ed extra in genere;
  • Tutto quanto non espressamente indicato nella voce la quota comprende.

 

Riduzione:

  • Terzo e 4° letto bambini fino a 8 anni 20%
  • Terzo e 4° letto adulti 10%.

 

Supplementi per persona:

  • Camera singola 30%
  • Giorno supplementare in doppia con trattamento di pernottamento e prima colazione € 42,00 per persona.
Posted by on

La Befana a l’Aquila tra mercatini e sciate da sogno

Un programma fuori dal comune per trascorrere la festa della Befana a L’Aquila tra splendidi mercatini e piste da sci da sogno. Nell’aristocratica città, che oggi si presenta ai visitatori con i suoi monumenti e palazzi quasi completamente restaurati, si svolge in pieno centro un mercatino affollato di espositori e frequentato da tantissima gente, famoso in tutta Italia. 

Effettuazione:

  • Dal 05 al 07 gennaio (2 notti/3 giorni) 

Programma completo del tour: La Befana a L’Aquila 

befana_laquila_meditour

Locandina: la Befana a l’Aquila

05 gennaio: Arrivo nel primo pomeriggio in hotel a L’Aquila. Con il servizio di bus navetta messo a disposizione dall’amministrazione comunale si raggiunge il centro dove oltre 800 espositori invadono L’Aquila creando un folkloristico mercato della Befana. Cena libera. Rientro in albergo, pernottamento

 

06 gennaio: Prima colazione in hotel. Giornata dedicata ad attività sulla neve sui vicini impianti di Campo Imperatore che si raggiungono in soli 15 minuti di auto. In serata rientro in albergo. Cena in ristorante tipico con degustazione di piatti della cucina tipica aquilana. Pernottamento.

 

07 gennaio: Prima colazione in albergo. Mattina dedicata nuovamente allo sci sugli impianti di Campo Imperatore. Pomeriggio partenza per il rientro.

 

QUOTA PER PERSONA € 125,00

 

La quota comprende:

  • Sistemazione in hotel 3 stelle a L’Aquila in camere doppie con servizi privati;
  • Cena della Befana in ristorante.

 

La quota non comprende:

  • Trasporto;
  • Ingressi;
  • Bevande ed extra in genere;
  • Tutto quanto non espressamente indicato nella voce la quota comprende.

 

Supplementi per persona:

  • Camera singola 30%
Posted by on

Itinerario in Abruzzo: borghi autentici del Gran Sasso

BORGHI AUTENTICI DEL GRAN SASSO

Un Tour ad alta quota tra torri, gusto e artigianato immersi nel paesaggio dove il tempo sembra essersi fermato per scoprire il fascino di Rocca Calascio, Castel del Monte e Santo Stefano di Sessanio.

santostefanodisessanio_abruzzo_meditour

Effettuazione:

  • Tutto l’Anno

Programma: Borghi Autentici del Gran Sasso

itinerario_abruzzo_borghi

Locandina borghi autentici del Gran Sasso

1° Giorno:

Arrivo in hotel. Cena e pernottamento

2° Giorno:

Prima colazione in albergo. Alle ore 10.00 incontro con la guida a Santo Stefano di Sessanio Borgo medioevale, possedimento dei Medici, ha stradine strette e tortuose interrotte da improvvise e ripide scalinate; importanti esempi di architetture civili si incontrano lungo le caratteristiche strade. Durante la visita ci saranno delle soste al Centro Visite del Parco Nazionale del Gran Sasso Laga e la visita al Museo Terre della Baronia. Pranzo libero. Pomeriggio proseguimento per Rocca Calascio. Qui effettueremo la visita libera del castello riconosciuto da National Geographic come uno dei più affascinanti al mondo. Cena e pernottamento in hotel.

3° Giorno:

Prima colazione in hotel. Alle ore 09.30 incontro con la guida a Castel del Monte e visita di questo stupendo borgo di circa 530 abitanti inserito nel prestigioso club de “I Borghi più belli d’Italia”. E’ arroccato sulle pendici del Gran Sasso ed è dominato dall’immenso altopiano di Campo Imperatore, da molti chiamato il “Piccolo Tibet”. La vicinanza con i ricchi pascoli dell’altopiano hanno da sempre favorito l’allevamento, sopravvissuto perfino al tramonto della transumanza. L’antichissima pratica della pastorizia ha forgiato una stirpe di pastori e creato una solida e famosa tradizione casearia, che è rimasta intatta nei secoli. Ricotte e formaggi di Castel del Monte erano, infatti, molto apprezzati e ricercati già ai tempi dell’antica Roma. Visita ad una azienda zootecnica dove parteciperemo alla lavorazione della tintura della lana con i fiori dello Zafferano o con le erbe del Gran Sasso. Successiva degustazione di formaggi.

Pomeriggio partenza per il rientro. 

QUOTA PER PERSONA € 155,00

campoimperatore_abruzzo_meditour

La quota comprende:

  • Sistemazione in camera doppia in hotel 3 stelle;
  • Cena del 1° e del 2° giorno in hotel;
  • Visita guidata di santo Stefano di Sessanio;
  • Visita del Borgo di Castel del Monte;
  • Laboratorio della Lana presso un’azienda zootecnica;
  • Degustazione di formaggi.

La quota non comprende:

  • Trasporto;
  • Ingressi;
  • Bevande ed extra in genere;
  • Tutto quanto non espressamente indicato nella voce la quota comprende.

Supplementi:

  • Camera singola 30%

Per info contattaci riempiendo il modulo, o chiedi alla tua agenzia di viaggi:

Il tuo nome (*)

La tua email (*)

Telefono

Oggetto

Indichi la data nella quale vuole fare l'escursione

Numero adulti

Numero infant fino a 2 anni di età

Numero bambini da 3 a 10 anni di età

Luogo dove soggiorna

Il tuo messaggio