Archives

, , Posted by on

La pasta alla chitarra: benvenuti in Abruzzo

chitarra_abruzzo_meditour

Un nuovo appuntamento con la rubrica “tradizioni di gusto” per presentare la pasta alla chitarra: il piatto per eccellenza della cucina tipica abruzzese. Si tratta di una varietà di pasta all’uovo preparata a mano con un apposito “strumento”. La chitarra! Curiosi di scoprire di cosa si tratta? In Abruzzo la chitarra con le pallottine è il piatto della tradizione, conosciuto e preparato in tutte le case. Mangiare la pasta alla chitarra è come dire: Benvenuto in Abruzzo.

È il simbolo della domenica in famiglia. È il senso di complicità con il territorio che unito alla semplicità delle materie prime dà vita ad una vera specialità culinaria.

Rispetto agli spaghetti, la chitarra è un tipo di pasta fatta a mano, più spessa e squadrata. Per prepararla c’è bisogno di un apposito telaio rettangolare in legno, in dialetto si chiama il carraturo ed è comunemente conosciuto come la chitarra, da cui appunto deriva il nome della pasta.

chitarra con le pallottine-abruzzo-meditour

Tra una corda e l’altra della chitarra si forma lo spaghetto alla chitarra abruzzese.

La chitarra si compone di un telaio di legno nel quale sono inseriti dei fili d’acciaio tesi che la fanno sembrare una chitarra, alla somiglianza della forma si aggiunge il rumore delle corde.
Premendo la pasta contro il telaio si ottengono grossi spaghetti, porosi in cui il sugo si amalgama meglio.

La chitarra con le pallottine è la protagonista delle tavole nei giorni di festa e racchiude in sé l’essenza dell’Abruzzo: cose semplici e genuine. La pasta fatta a mano viene stesa con il matterello, il sugo preparato con la salsa e le pallottine dal gusto deciso. Per realizzarla ci vogliono: pazienza, esperienza e amore per la cucina abruzzese.

Preparare la pasta alla chitarra

INGREDIENTI (per 4 persone):

400 gr farina 00

4 uova intere

un pizzico di sale

Per la salsa:

300 gr pomodori pelati

250 gr macinato di vitello

1 uovo

parmigiano

sedano, carote, cipolla

olio EVO

Procedimento per la chitarrina abruzzese: 

Per preparare la chitarra:

Su una spianatoia sistemare la farina a fontana, aggiungere le uova e un pizzico di sale. Lavorare l’impasto e renderlo omogeneo. Far riposare l’impasto per circa 30 minuti.

Preparare le sfoglie dell’altezza di 3 mm, usare il carratturo per ottenere lo spaghetto alla chitarra.

Per la salsa:

Amalgamare il macinato di vitello con uova e parmigiano e formare le polpettine, friggere in olio d’oliva. A parte fare una salsa pomodoro con pelati e odori, a 15 minuti dalla fine della cottura, aggiungere le polpettine.

Far cuocere la pasta, scolarla e amalgamarla con la salsa.

Et voilà, il piatto è servito. Accompagnare con vino Montepulciano d’Abruzzo.

chitarra con pallottine_abruzzo_meditour

Chitarra con le pallottine

chitarra-abruzzo-meditour

Il pranzo è servito!

Dalla chitarra abruzzese con le pallottine sono nate altre varianti, come la rinomata chitarrina alla scoglio.

 

Questa ricetta è stata curata e realizzato da: Chef Alberto Di Carlo. 

, , Posted by on

Vacanze in Abruzzo: neve, borghi e tradizioni

vacanze-abruzzo-meditour

 

Dopo un’estate di sole, mare ed esperienze si avvicina la stagione invernale ideale per le vacanze in Abruzzo tra neve, borghi e tradizioni. Le prime cime si sono imbiancate ed è arrivato il momento di pensare al soggiorno in montagna.

L’Appennino offre molte proposte per una settimana bianca con gli amici, in coppia o in famiglia. La scelta della località non può essere lasciata al caso perchè per in base alle aspettative e alla tipologia di esperienze da fare, si può trovare la soluzione migliore.

In questo articolo presentiamo le peculiarità delle località turistiche dove sciare in Abruzzo per trascorrere una vacanza nelle zone più spettacolari della regione tra neve, borghi e tradizioni.

Roccaraso, la regina dell’Appennino:

Con un comprensorio sciistico di 150km di piste collegate tra loro, è la soluzione ideale per tutte le categorie di sciatori, dal principiante al professionista. Complici i lavori di ampliamento per l’innevamento programmato vengono garantiti 80 km di piste sempre perfettamente innevate tanto da classificarsi come comprensorio sciistico più grande d’Italia.

Le località di: Roccaraso, Rivisondoli e Pescocostanzo sono le più richieste da tutte le tipologie di clienti, sia per gli sciatori sia per le persone che vogliono imparare a sciare grazie alla presenza di numerose scuole. È una soluzione apprezzata anche dalle famiglie che vogliono trascorrere un week-end sulla neve in Abruzzo.

Vacanze sulla neve tra Ovindoli – Rocca di Mezzo – Campo Felice: 

L’area del Parco Sirente Velino con le località di: Ovindoli, Rocca Di Mezzo e Campo Felice è raggiungibile da Roma tanto che negli anni ha conquistato i laziali che ora le scelgono per le vacanze. Sono due comprensori distaccati che da anni hanno creato il consorzio delle 3 Nevi insieme agli impianti di Campo Imperatore.

ovindoli-vacanze-abruzzo-meditour

Vacanza neve ad Ovindoli Foto Credits: voloscontato

Con un unico ski pass è possibile scegliere uno dei 3 impianti sciistici. È un’ottima alternativa a Roccaraso, sia per i costi sia per la disponibilità di camere.

Vacanze invernali nel Parco Nazionale d’Abruzzo:

Il comprensorio sciistico viene proposto alla clientela che vuole trascorre un week end sulla neve e avere anche la possibilità di sciare. La zona si presta per fare ciaspolate, passeggiate per visitare i borghi, come il centro storico di Pescasseroli, meta preferita dalle famiglie che possono trovare il giusto mix tra relax, attività sportive per bambini e adulti.

Passo Lanciano

Le località di Passo Lanciano e Majelletta si sviluppano in uno dei pochi posti adatti alla pratica dello sci nel massiccio della Majella (2798 metri). Le piste sono conosciute per gli scenari che spaziano dai monti fino al mare Adriatico e per la larghezza delle piste.

passo-lanciano-vacanzaneve-abruzzo

Passo Lanciano Photo credits: locande del vecchio borgo

L’area sciistica Majelletta con 6 ski-lift ed un tapis roulant arriva fino a quota 2000 metri. Gli impianti partono dal Passo Tettone (1650 metri), dove si trovano anche due anelli per lo sci di fondo per 5 km. A partire dai 1350 metri si trova la stazione di Passo Lanciano con una seggiovia triposto, 2 skilift e piste fino a 6 km. È un posto dove dedicarsi esclusivamente ad una vacanza sulla neve.

Campo Imperatore: il piccolo Tibet

È la stazione sciistica più alta d’Abruzzo, si trova nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga a 2.200 metri e si possono provare attività come lo snowboard, lo sci-alpinismo o lo sci di fondo per percorrere itinerari mozzafiato. Considerata la sua altitudine, l’innevamento naturale è garantito per tutta la stagione invernale con circa 20 km di piste battute per lo sci alpino e circa 60 km adibiti allo sci da fondo lungo tutto l’altopiano di Campo Imperatore.

Campoimperatore-vacanza-abruzzo-neve-meditour

Prati di Tivo

In provincia di Teramo, Prati di Tivo ai piedi del versante settentrionale del Corno Piccolo – la vetta rocciosa piu’ elegante del Gran Sasso. A quota 1.450 mt. ci sono circa 20 km di piste ambite dagli sciaplinisti a cui si affianca una pista da fondo. Tra le attività da fare sulla neve oltre allo sci alpino, i turisti possono scegliere tra lo snowboard, il fondo ai prati bassi con una pista di 4 km, i percorsi con le ciaspole nel bosco di faggi secolari, l’arrampicata su ghiaccio, le gite in motoslitta. In alternativa per adulti e bambini è aperto il parco avventura per divertirsi nel bianco candore.

 

Una vacanza in Abruzzo ti consente di trascorrere dei giorni tra neve, borghi e tradizioni per staccare la spina e conoscere un paesaggio incantevole che ti sorprenderà in ogni scorcio.

 

 

, Posted by on

Abruzzo, andiamo. È tempo di conoscerti.

campoimperatore_abruzzo_meditour

 

Caro Abruzzo, vogliono conoscerti prima di incontrarti.

Abruzzo, andiamo. È tempo di conoscerti.

Luca e Sara con i loro figli hanno sentito parlare di te mentre tremavi, ed oggi vogliono incontrare, scoprire e vivere l’Abruzzo. Hanno scelto di trascorrere qui le vacanze estive: una settimana intera per fare nuove esperienze.

È stato facile accontentare la famiglia, un’unica terra in cui convivono mare, montagne, borghi natura e cultura. Una storia che si incontra nei piccoli paesi ascoltando la gente che chiacchiera seduta al tavolino del bar in piazza, il profumo della cucina che invade le strade sin dalle prime ore del mattino, i sentieri di montagna, il litorale con i 133 km di costa da nord a sud fino ai trabocchi.

Una regione tutta da esplorare in un viaggio affascinante adatto a tutta la famiglia. L’accoglienza non manca mentre si percorrono le vie di antichi borghi e la si ritrova a tavola. Gli abruzzesi, infatti, sono legati al territorio ed accolgono il turista preparando ricette della tradizione con materie prime e produzioni autoctone.

L’Abruzzo è una terra che invita il turista a prendersi del tempo, a fermarsi per vedere meglio tutto ciò che lo circonda. Sono piccoli luoghi segreti che vogliono offrire momenti differenti per staccare la spina dalla quotidianità.

Gli itinerari consigliati in Abruzzo sono diversi ma ognuno con la propria unicità punta ad accompagnare il viaggiatore in un’esperienza che va oltre la vacanza, che resta e torna nelle case lontane con i sapori del gusto e non solo.

Come scoprire l’Abruzzo?

Per scoprire l’Abruzzo il team di Meditour ha ideato alcuni itinerari di escursioni che si possono fare in autonomia usufruendo del servizio guida, del pranzo riservato; in alternativa ci sono escursioni accompagnate di mezza giornata e altre di giornata intera studiate per coinvolgere il turista in un’esperienza unica.