Santi e Guerrieri, Tour a date libere

Abruzzo

Per visualizzare le tariffe, inserisci la data di arrivo e gli altri dati nel modulo qui sopra

Un viaggio tra città ricche di storia e tradizioni, tra borghi in pietra e monasteri medioevali immersi nella natura, antiche cittadine ed eremi solitari. Scoprirete un patrimonio di arte e natura ancora incontaminata che attraversa tutto l’Abruzzo dal Mare Adriatico alle montagne più suggestive dell’Appennino

Partenze:

● Tutti i giorni (escluso Pasqua, e festività natalizie)

Programma

1° giorno: Sulmona – Popoli

Arrivo in serata in albergo a Sulmona. Sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento

2° giorno: Sulmona

Prima colazione in hotel. Mattina visita guidata a piedi di Sulmona. Tra le più interessanti e belle realtà d’Abruzzo, con il nucleo antico ben conservato, si connota come città legata all’amore sia per i confetti, il dolce dei momenti importanti, piccola delizia da assaporare, che per aver dato i natali al poeta latino Publio Ovidio Nasone, il raffinato cantore degli Amores, dell’Ars Amandi e delle Metamorfosi. Pomeriggio libero consigliamo di effettuare una visita libera all’ Eremo di Sant’Onofrio a Morrone divenuto poi Celestino V il Papa del Gran Rifiuto. Posto sulle pendici dell’omonimo monte, nei pressi di Sulmona, risalente al XIII secolo, si erge questo meraviglioso eremo che custodisce gelosamente la memoria di Pietro Angelerio (o Pietro da Morrone), il frate eremita che qui visse e che divenne papa nel 1294 con il nome di Celestino V e poi santo. Cena e pernottamento in hotel.

3° giorno: Castel del Monte –  Rocca Calscio – Santo Stefano di Sessanio

Prima colazione in hotel. Partenza con auto propria per Castel del Monte dove vi aspetta la guida per farvi visitare questo stupendo borgo di circa 530 abitanti inserito nel prestigioso club de “I Borghi più belli d’Italia”. E’ arroccato sulle pendici del Gran Sasso ed è dominato dall’immenso altopiano di Campo Imperatore, da molti chiamato il “Piccolo Tibet”. La vicinanza con i ricchi pascoli dell’altopiano hanno da sempre favorito l’allevamento, sopravvissuto perfino al tramonto della transumanza. L’antichissima pratica della pastorizia ha forgiato una stirpe di pastori e creato una solida e famosa tradizione casearia, che è rimasta intatta nei secoli. Ricotte e formaggi di Castel del Monte erano, infatti, molto apprezzati e ricercati già ai tempi dell’antica Roma. Pranzo libero (consigliamo di effettuare una degustazione di formaggi e salumi in una delle aziende zootecniche del luogo). Nel pomeriggio vi trasferirete a Rocca Calascio per la visita libera del castello riconosciuto da National Geographic come uno dei più affascinanti al mondo. A Santo Stefano di Sessanio, uno dei Borghi più Belli d’Italia, vi attende la guida locale per farvi visitare questo borgo medievale.  Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

4° giorno: Scanno  

Prima colazione in hotel. Partenza per Scanno attraversando le spettacolari Gole del Sagittario. Scanno, uno dei borghi più belli d’Italia è una perla incastonata a 1000 metri di quota, ai margini del Parco Nazionale d’Abruzzo. Nel centro storico si visiteranno i luoghi simbolo del paese, fotografato dai più importanti fotografi del ‘900, qui incontreremo gli artigiani del ricamo a tombolo e gli orafi che da generazioni creano la famosa “Presentosa”. Sosta per un momento relax per gustare i dolci di Scanno: il Pan dell’orso e il mostacciolo. Pranzo libero. Pomeriggio libero da trascorrere sul lago dove si può effettuare la visita libera della chiesa di Santa Maria del lago, oppure un trekking attraverso il sentiero escursionistico “del cuore”, che conduce in un punto panoramico da cui si vedrà il lago di Scanno assumere la forma di un cuore. In serata rientro in hotel. Cena e pernottamento.

5° giorno: Capestrano

Prima colazione in hotel. Mattina dedicata alla visita guidata di Capestrano e la Valle del Tirino. Il borgo di Capestrano è famoso per il ritrovamento del “Guerriero di Capestrano”, una statua rinvenuta casualmente nel 1934 da un contadino locale durante dei lavori agricoli per l’impianto di una vigna. Il guerriero, noto anche con il suo nome Nevio Pompuledio, risalente alla metà del VI sec. a.C. Splendore dell’architettura medievale, è la Chiesa di S. Pietro ad Oratorium, fondata nel 756 dal Re Desiderio dei Longobardi e rinnovata nel 1100. Immersa nel cuore verde d’Abruzzo si trova la Valle del Tirino, solcata dall’omonimo fiume, il Tirino, uno tra i fiumi più belli e puliti d’ Italia. Pranzo libero. Pomeriggio partenza per il rientro.

 

LEGGI TUTTO