Tour Immacolata con mezzo proprio – Alla scoperta dei Borghi del Gran Sasso

L Aquila (AQ)

  • Per visualizzare le tariffe, inserisci la data di arrivo e gli altri dati nel modulo qui sopra

    ALLA SCOPERTA DEL BORGHI DEL GRAN SASSO

    Tour Immacolata – Un viaggio ad alta quota tra torri, gusto e artigianato, in un paesaggio dove il tempo sembra essersi fermato.  Scoprirai il fascino dei borghi sul Gran Sasso d’Italia di Rocca Calascio, Castel del Monte, Santo Stefano di Sessanio, Bominaco e le opere d’arte che tornano a risplendere a L’Aquila, la città che torna a Volare.

    ESPERIENZE ESCLUSIVE RISERVATE AI CLIENTI MEDITOUR
    I sapori dell’altopiano di Navelli: l’Oro d’Abruzzo “lo Zafferano”
    Degustazione di formaggi in azienda zootecnica
    Pranzo a base di Gamberi di Fiume

    I PLUS
    A tua disposizione una guida locale per tutte le visite in programma

    Partenze: 05 – 08 dicembre

    PROGRAMMA

    tour immacolata

    Magione Papale

    05 dicembre: Pescara – Bominaco – L’Aquila
    Alle 16:00 ritrovo dei partecipanti a  Bominaco, piccola frazione di 60 abitanti, dove con la guida visiterai uno dei monumenti medievali più famosi d’Abruzzo: la chiesa abbaziale di Santa Maria Assunta e l’oratorio di San Pellegrino, uno scrigno interamente affrescato nel XIII secolo. Successivo trasferimento presso il Magione Papale Relais di L’Aquila. Cena e pernottamento.

     

     


    06 dicembre: Grotte di Stiffe – Peltuinum – L’Aquila

    tour immacolata

    Grotte di Stiffe

    Prima colazione in hotel. Giornata dedicata a percorrere un viaggio nel tempo: in epoca preistorica nella vallata aquilana c’era un grande lago; una volta scomparso emerse un fiume, che aveva scavato un percorso sotterraneo oggi visitabile: le grotte di Stiffe, dove sale con concrezioni calcaree si alternano a spettacolari cascate. Il viaggio prosegue in direzione di Prata d’Ansidonia dove si visiterà un’antica città, Peltuinum, attraversata dalla via Claudia Nova che poi divenne il tratturo magno: fu un presidio del popolo Vestino e in seguito fu occupata dai romani, che la trasformarono in prefettura. In un agriturismo degusterai un pranzo con le peculiarità e il gusto della zafferano di L’Aquila DOP, spezia preziosa non a caso nota come “oro rosso d’Abruzzo”.  Nel pomeriggio il viaggio prosegue con la visita del centro storico di L’Aquila, uno dei sei più importanti d’Italia per la bellezza del patrimonio architettonico, che oggi torna a risplendere. La guida vi condurrà, a partire dal parco del Castello Cinquecentesco, alla scoperta della straordinaria storia della fondazione di L’Aquila. Saranno i monumenti a dar voce a una storia che parla di un popolo che non si arrende. Visiterete i monumenti restaurati: la basilica di San Bernardino, la chiesa “delle anime sante” e San Giuseppe artigiano. Prima di giungere alla Basilica di Santa Maria di Collemaggio, farete una sosta in una storica caffetteria per assaggiare il torrone morbido al cioccolato. Infine, visiterete il monumento simbolo della città: la                                               fontana della Rivera, nota come fontana delle “99 cannelle”. Cena e pernottamento presso il Magione Papale.


    07 dicembre: Santi Stefano di Sessanio – Rocca Calascio – Castel del Monte

    tour campo imperatore

    Campo Imperatore

    Prima colazione in albergo. Partenza per Santo Stefano di Sessanio, borgo medioevale possedimento dei Medici: ha stradine strette e tortuose interrotte da improvvise e ripide scalinate, oltre ad importanti esempi di architetture civili che si incontrano lungo le caratteristiche strade. Durante la visita ci saranno delle soste al Centro Visite del Parco Nazionale del Gran Sasso Laga e la visita al Museo Terre della Baronia. Successivamente ci sposteremo a Rocca Calascio per la visita del castello, riconosciuto dal National Geographic come uno dei più affascinanti al mondo. Pranzo libero. Pomeriggio dedicato alla visita di Castel del Monte, facente parte del club de “I Borghi più belli d’Italia”. E’ arroccato sulle pendici del Gran Sasso ed è dominato dall’immenso altopiano di Campo Imperatore, da molti chiamato il “Piccolo Tibet”. La vicinanza con i ricchi pascoli dell’altopiano hanno da sempre favorito l’allevamento, sopravvissuto perfino al tramonto della transumanza. L’antichissima pratica della pastorizia ha forgiato una stirpe di pastori e creato una solida e famosa tradizione casearia, che è rimasta intatta nei secoli. Ricotte e formaggi di Castel del Monte erano, infatti, molto apprezzati e ricercati già ai tempi dell’antica Roma. Alla fine della visita effettuerete una cena aperitivo con degustazione di formaggi e salumi del Gran Sasso presso una rivendita di un’azienda zootecnica. Rientro in hotel. Pernottamento.


    08 dicembre: Il Guerriero di Capestrano nella Valle del Tirino – Pescara
    tour immacolataPrima colazione in hotel. Nella mattina vivrete esperienze guidate alla scoperta della valle del Tirino fino al borgo Mediceo di Capestrano, famoso per il ritrovamento del “Guerriero di Capestrano”, una statua rinvenuta casualmente nel 1934 da un contadino locale durante dei lavori agricoli per l’impianto di una vigna. Il guerriero, noto anche con il suo nome Nevio Pompuledio, risale alla metà del VI sec. a.C.  Lungo un suggestivo tratto del fiume Tirino, tra i corsi d’acqua più puliti d’Italia incontrerete la Chiesa di San Pietro ad Oratorium, splendore dell’architettura medievale, fondata nel 756 dal Re Desiderio dei Longobardi e rinnovata nel 1100. Nel centro storico di Capestrano visiterai il Castello Piccolomini e il Convento di San Giovanni con una delle biblioteche più antiche d’Italia e la casa natale di San Giovanni, il Santo Guerriero. Per concludere al meglio questo straordinario tour, vi abbiamo prenotato il pranzo a base di gamberi di fiume, allevati nelle acque limpide del fiume Tirino, in un noto ristorante del luogo. Partenza per il rientro dopo pranzo.