Tour Majella – Visita e gusta

Fara San Martino (CH)



  • VISITA E GUSTA – IL PARCO NAZIONALE DELLA MAJELLA

    Tour Majella: un viaggio alla scoperta della Majella nel quale scoprirai la storia, l’arte e le tradizioni della “Montagna Madre”: terra di pastori, eremiti, lupi ed orsi. Borghi, castelli e cittĂ  d’arte uniti all’artigianato e all’enogastronomia abruzzese faranno da sfondo ad un’esperienza autentica ed entusiasmante. Il tutto caratterizzato da una natura incontaminata e selvaggia che parla al cuore e all’anima.

    ESPERIENZE ESCLUSIVE RISERVATE AI CLIENTI MEDITOUR
    Degustazione guidata presso un birrificio artigianale
    Escursione naturalistica all’eremo di Papa Celestino V
    Pranzo con menĂą degustazione tipico a Guardiagrele
    Laboratorio e degustazione dell’olio EVO al trappeto
    Percorso della tradizione gastronomica contadina in un’azienda agricola

    I PLUS
    A tua disposizione una Guida Locale per le visite di Fara San Martino, Guardiagrele, Castello di Roccascalegna
    Guida di media montagna per il trekking all’eremo di Papa Celestino V

    Partenze giornaliere garantite con minimo 2 partecipanti dal 05/05 al 23/12

    PROGRAMMA

    Hotel del Camerlengo

    1° giorno – Fara San Martino: cittĂ  dell’acqua e della pasta
    Ti aspettiamo nel pomeriggio presso l’hotel Del Camerlengo di Fara San Martino. Sistemazione in camera, cena e pernottamento.

     

     

     


    2° giorno – Fara San Martino e Palena: I Borghi arancione del Touring Club Italia

    tour majella

    Fara San Martino

    Prima colazione in hotel. La guida locale ti condurrà nell’escursione urbana di Fara San Martino, borgo di origini longobarde, oggi noto come paese della pasta, nel quale hanno sede ben quattro industrie alimentari che producono pasta.  A piedi percorrerai le stradine che, attraversando il paese e i suoi monumenti principali, salgono e scendono verso l’area naturalistica e turistica del “parco fluviale sorgenti del fiume Verde”. Stradine e paesaggi che nel 1928 ispirarono una delle opere del noto matematico e artista olandese “Escher”. A fine visita, Giuseppe e Mario ti aspettano presso la bottega del loro birrificio artigianale Mezzogaudio per farti degustare tutta la gamma delle birre da loro prodotte, accompagnate da stuzzicheria di prodotti tipici abruzzesi, salumi e formaggi locali, bruschette con olio EVO e “pizzonde abruzzesi”. Nel pomeriggio, visita guidata all’Area Faunistica dell’Orso bruno del Parco Nazionale della Majella di Palena. Il percorso di scoperta del placido plantigrado inizia con la visita al MOM, il Museo dell’Orso Marsicano, ospitato in un’ala dell’ex Convento di S. Antonio, per completarsi con la visita all’Area Faunistica dell’Orso bruno … metaforicamente il Museo apre le porte e ti accompagna nell’area che ospita tre esemplari di Orso bruno europeo. L’area si estende per circa un ettaro ed è caratterizzata da un bosco di abeti, cespugli, alberi da frutto e aree di pascolo dove è possibile avvistare ed osservare, in totale tranquillità e sicurezza, le orse Caterina, Iris e Margherita, e conoscere le loro storie.

    tour majella

    Eremo

     

    A seguire, ti sposterai in macchina fino ad arrivare all’eremo costruito dai celestini agli inizi del 1300 per tramandare la memoria della prima residenza eremitica di Pietro da Morrone, successivamente Papa Celestino V. Qui visse, per tre anni, in una piccola grotta, tuttora visitabile, tanto angusta e bassa che a malapena poteva accoglierlo in piedi o sdraiato. Visita guidata dell’eremo e successivo trekking* fino ad arrivare alla grotta dove visse Pietro da Morrone. Rientro in albergo. Cena e pernottamento.


    3° giorno – Guardiagrele: la città di pietra immortalata da Gabriele D’Annunzio

    tour majella

    Guardiagrele

    Prima colazione in hotel. Dedicherai la mattina alla visita guidata al borgo di Guardiagrele con laboratorio del ferro battuto. Guardiagrele è uno dei borghi piĂą belli d’Abruzzo e, assieme al territorio circostante, rappresenta un polo molto interessante per la cucina, le produzioni eno-gastronomiche e l’artigianato. La visita del centro ti regalerĂ  belle emozioni e piacevoli sorprese: Varcata la porta S. Giovanni, affiancata da botteghe di fabbri rinomati, ti immergerai in un tessuto di vie antiche in cui si aprono vetrine di golositĂ  autentiche tra splendide architetture di pietra della Majella, come la splendida facciata gotica della chiesa di S. Maria Maggiore, colme di tesori d’arte. Una tappa obbligata è rappresentata dalle pasticcerie del centro dove potrai gustare le “sise delle monache”, specialitĂ  dolciaria del luogo. La pausa pranzo sarĂ  dedicata alla degustazione di piatti tipici dell’eccellenza gastronomica abruzzese e del Parco Majella presso il caratteristico ristorante Santa Chiara. La giornata termina al laboratorio EVO (extra vergine di oliva) del Trappeto di Caprafico a Casoli. Immersa fra oliveti secolari con vista mozzafiato sulla montagna madre aspra e selvaggia, l’azienda, fondata nel 1874 dalla famiglia Masciantonio, produce extravergini di altissima qualitĂ  tra cui spiccano il Dop Bio ed il mono varietale di Intosso. Sarai accolto in un casolare del’800 finemente ristrutturato e di grande atmosfera. Visita guidata a oliveto e frantoio, laboratorio professionale per apprendere la tecnica dell’assaggio dell’olio EVO e a riconoscere i principali difetti, degustazione dei prodotti dell’azienda (Oli, olive e patè, vini bio) e assaggio prima spremitura ad ottobre. Rientro in albergo. Cena e pernottamento in hotel.


    4° giorno – Il Castello Medievale di Roccascalegna

    tour majella

    Castello di Roccascalegna

    Prima colazione in albergo. La guida locale ti aspetta a Roccascalegna, caratteristico centro dominato da un’imponente rupe, sulla quale si trova il complesso fortificato del Castello medievale, costruito in maniera perfettamente integrata con la natura impervia del sito. Sul versante meridionale della rocca sorge l’antico borgo medievale, un tempo cinto da mura, caratterizzato da piccole case edificate in base alla morfologia del luogo. Escursione urbana con la visita guidata al Castello set della fiction tv “Il Nome della Rosa”. A fine vista, Antonio e Amalia ti accoglieranno presso la loro azienda agricola e ti faranno vivere un esperienza gastronomica unica. Non abbiamo prenotato per te un semplice pranzo, ma un vero e proprio percorso gastronomico della tradizione contadina con un menù degustazione, nel quale anche tu metterai le mani in pasta con la preparazione e la cottura delle “Pizzelle”, dolci tipici abruzzesi.  Fine dei nostri servizi e partenza per il rientro.


    *Per il corretto svolgimento dell’attivitĂ  è necessaria la seguente attrezzatura:

    Abbigliamento comodo con pantaloni lunghi
    Scarpe da trekking o da ginnastica con suola scolpita in gomma
    K-way o mantella in caso di pioggia


    Il viaggio su misura per te! E’ possibile personalizzare il tour con visite aggiuntive o combinarlo con un soggiorno mare o montagna.

    Facci conoscere le tue esigenze!

    SPECIALE PACCHETTO “VACANZA SERENA” con Meditour puoi prenotare la vacanza con più serenità. Infatti con il pacchetto incluso, “Vacanza Serena”, se ti trovassi nella condizione di dover annullare il tuo viaggio per circostanze involontarie ed imprevedibili riceverai il rimborso della penale.

    CONDIZIONI GENERALI:
    Meditour S.r.l. rimborsa la penale (escluso la quota di iscrizione se prevista ed il premio del pacchetto “Vacanza Serena”) applicata contrattualmente per rinuncia del viaggio causata da una delle seguenti circostanze, involontarie ed imprevedibili al momento della prenotazione:
    a) malattia con l’esclusione delle tariffe non rimborsabili, infortunio certificato da un centro di pronto soccorso, decesso
    – dell’intestatario della prenotazione o di un suo familiare;
    – del contitolare dell’azienda o dello studio associato;
    b) nomina dell’intestatario della prenotazione a giurato o sua testimonianza resa alle Autorità Giudiziarie;
    c) danni materiali all’abitazione dell’intestatario della prenotazione od ai locali di proprietà ove svolge l’attività commerciale, professionale od industriale a seguito di incendio, furto con scasso o di calamità naturali, di gravità tale da rendere necessaria la sua presenza
    d) impossibilitĂ  a raggiungere il luogo del soggiorno prenotato a seguito di:
    – licenziamento
    – nuova assunzione.

    FRANCHIGIA:
    – nessuna franchigia se l’annullamento viene causato da morte o ricovero ospedaliero (di almeno 5gg) dell’intestatario della prenotazione e di uno dei partecipanti al viaggio stesso;
    – 20% (con un minimo di € 100,00) sulla penale di annullamento, come regolata dalle condizioni generali di contratto.

    ESCLUSIONI DAL RIMBORSO:
    – malattie preesistenti a carattere evolutivo o qualora al momento della prenotazione sussistano giĂ  le condizioni o gli eventi che potrebbero provocare l’annullamento;
    – forme depressive;
    – patologie inerenti lo stato di gravidanza oltre il sesto mese finito.

    COME ATTIVARE IL SINISTRO:
    dopo aver annullato il viaggio presso l’agenzia viaggi dove è stato prenotato:
    a) DARNE L’IMMEDIATO AVVISO SCRITTO, COMUNQUE ENTRO 5GG DA QUELLO IN CUI SI E’ VERIFICATO L’EVENTO A Meditour S.r.l., Strada Colle Renazzo, 40/8 – 65129 Pescara – Fax 085.4325074 – info@meditour.it specificando:
    – le circostanze dell’evento
    – i dati anagrafici, il codice fiscale ed il recapito telefonico dell’intestatario pratica
    – allegare copia estratto conto di prenotazione
    – allegare ricevute di pagamento del viaggio
    b) TRASMETTERE SUCCESSIVAMENTE:
    – documento che comprovi la causa dell’annullamento (se di ordine medico deve essere esposta la patologia con calligrafia chiara)
    – nominativo dell’intestatario del conto corrente e relativo codice IBAN
    – se il codice iban non corrisponde all’intestatario della prenotazione, allegare delega firmata dall’intestatario della prenotazione

    MODALITA’ DI PAGAMENTO:

    Meditour s.r.l. provvederĂ  al rimborso dovuto, a seguito dei controlli effettuati, entro 60gg con bonifico bancario. Non sono ammesse altre forme di pagamento per il rimborso.

    I gioielli di pietra a Fara San Martino

    blog 0

    Fara San Martino custodisce segreti nel parco nazionale della Majella con i suoi gioielli di pietra che siamo andati

    Fara San Martino custodisce segreti nel parco nazionale della Majella con i suoi gioielli di pietra che siamo andati a scoprire durante un pomeriggio di prima estate.

    Il borgo di Fara San Martino è considerato “capitale mondiale della pasta” per la presenza dei pastifici Delverde, De Cecco, Cocco che caratterizzano il territorio. Il centro storico di Fara San Martino custodisce molti tesori da visitare nella parte antica del borgo medievale di Terra Vecchia con le chiese, le viette caratteristiche e un silenzio rotto dal rumore dell’acqua che accompagna la passeggiata per raggiungere i punti panoramici.

    L’aspetto naturalistico è uno dei punti di rilievo di uno dei borghi piĂą belli d’Italia per lo sviluppo turistico. Oltre alle grotte di natura carsica che ci sono nel territorio, sono particolarmente suggestive le Sorgenti del Fiume Verde e le Gole di San Martino con i ruderi antichi dell’omonimo monastero benedettino.

    sorgenti fiume verde_farasanmartino_meditour

    Sorgenti Fiume Del Verde

    Come arrivare al Monastero di San Martino:

    Per raggiungere i suggestivi ruderi dell’antico Monastero di San Martino in Valle occorre attraversare una gola talmente stretta che in alcuni punti allargando le braccia si riescono a toccare le due pareti della montagna, infatti la distanza è di appena 2 metri. Prima di addentrarsi nelle gole, sulla parete si scorgono i segni arrotondati che simulano quelli di una gomitata, infatti secondo la leggenda fu proprio San Martino ad aprire la roccia con la sola forza dei gomiti per consentire l’accesso alla montagna e costruire la chiesa.

    Un percorso breve ma intenso in cui si ha l’impressione di essere inghiottiti dalla terra per entrare in uno dei valloni appenninici: il vallone di Santo Spirito.

    Una volta usciti dalle gole, appare davanti agli occhi quello che definiamo il gioiello di pietra della Majella con i resti del Monastero di San Martino inserito in armonia nella roccia. Il monastero è rimasto colpito piĂą volte dall’alluvione e riportato alla luce dagli stessi abitanti del posto che scavarono con arnesi di uso quotidiano, come testimoniano i resti trovati durante gli ultimi scavi.

    Fara San Martino_monasterosanmartino_meditour

     

    Come tutti gli eremi della Majella, anche nel Monastero di San Martino c’è la presenza dell’acqua che confluisce in un punto rendendo l’atmosfera magica al solo suono delle gocce di acqua benedetta.

    Questo luogo di raccoglimento spirituale per monaci ed eremiti è visitabile durante l’esperienza: i segreti custoditi nel Parco Nazionale della Majella con il supporto professionale di guide locali che hanno l’accesso al monastero consentendo ai turisti di entrare in un luogo suggestivo, quasi segreto che custodisce uno dei gioielli di pietra della Majella.

    A Fara San Martino fascino e mistero sono gli elementi caratterizzanti; il territorio merita di essere scoperto per vivere un’esperienza autentica e ripercorrere le tracce di un tempo passato che si intreccia con gli elementi che danno vita ad uno dei prodotti piĂą amanti nel mondo: la pasta.

    Il percorso di scoperta di questi luoghi scenografici consente ai piĂą esperti di raggiungere la vetta piĂą alta della Majella: il Monte Amaro (m. 2.793).

    L’Abruzzo è un luogo da scoprire, da conoscere e da incontrare e noi vogliamo farlo insieme a voi. Hai giĂ  pensato a cosa fare durante la tua vacanza? Ci sono le esperienze in Abruzzo con Meditour attraverso le quali puoi scoprire l’Abruzzo in libertĂ  con l’organizzazione di professionisti del turismo.